Ora Basta!

Mio figlio dorme,
la casa ora è silenziosa,
la giornata è stata faticosa,
ma non importa,
la tisana alle erbe risolve tutto,
magari affiancata con un frutto,
d'un tratto sento aprire la porta,
i miei muscoli irrigidirsi,
mio marito,
turbolento come sempre,
intanto la tisana mi riscalda il ventre,
è ubriaco,
come al solito,
iniziamo a litigare,
e le sue mani sul mio collo arrivare,
cado e sbatto la testa,
ed il mio senso si arresta.

Mi sveglio spaventata,
corro da mio figlio,
ma dorme beato,
è troppo tempo ormai,
che subisco passivamente,
una donna felice,
agli occhi della gente,
un pensiero latente,
che sbatte inutilmente,
poi i miei occhi caddero su una foto,
mio figlio sorridente al suo primo giorno di nuoto,
avrei voluto solo una famiglia,
da amare,
rispettare,
che tutti mi invidiassero,
come per noi umani,
il volo di un passero,
dalla paura nasce poi il coraggio di attraversare,
il maestoso ponte d'odio,
e andare a denunciare,
a lui che ormai è niente,
lui che mi ha rovinato,
troppi anni,
danni inconsapevoli,
ma ora basta!,
per mio figlio,
per ogni forma di appiglio,
per la mia vita,
per il gusto di viverla.