Scrivo a me stessa, sempre perché "urge" in me il bisogno di scrivere e chiarire qualche cosa con me stessa.
Evidentemente non mi basta il solo scrivere su un diario ma mi "serve" qualcosa a portata di mano per quando ne ho bisogno.
Fare quattro conti su "se stessa" perché forse troppo spesso e ultimamente ci si perde di vista, occupandosi troppo degli altri; non partendo prima da se stessi, cosa che reputo più importante oppure peggio ancora, affidarsi al pensiero altrui come fosse manna caduta dal cielo.
"Eh No!"Dico No"se sono arrivata dove sono è per "merito mio" e non degli altri, se ho fatto tanti sacrifici......e ancora ne dovrò fare per arrivare dove ancora dovrò arrivare, più in alto ancora.
Allora perché sprecarmi?Perché buttarsi?Perché sprecare le proprie energie in cose negative non focalizzandosi su se stessi? Imparare a controllare la sensibilità, o almeno provarci, a tenere alto il valore di se stessi, si me come ragazza/donna, della mia dignità.
Il passato è passato, ma quanto mi è servito! Mi ha fatto crescere e oggi posso dire di essere fiera, orgogliosa di me, di ciò che ho fatto e sorrido a quanta ancora energia ci dovrò mettere.....per essere ancora più felice e raggiungere l'apoteosi della felicità.
Cosa mi ostacola? il pensiero altrui o meglio il non-pensiero altrui, allora perché prima non fermarsi a pensare se di certe cose ne ho davvero bisogno?O forse ho solo bisogno di rassicurare me stessa, di stare bene con me stessa e di non perdere gli obiettivi futuri. Il passato è stato faticoso e difficoltoso, il presente lo è comunque e il futuro lo sarà ancora.
E cosa fare allora? Non perdersi d'animo, non mettersi in condizioni sbagliate.....non sprecare energie.....focalizzarsi sul proprio IO non è egoismo ma è la chiave per non soffrire, per stare bene anche con gli altri.
Più riflessiva, contenitiva, meno espansiva, non regalarmi agli altri perché potrebbe essere o lo è segno di fragilità, ma gli altri devono pur conquistare, saper conquistare il "mio essere" profondo, stupendo che io ho costruito con tanta fatica e tanto amore per me, per occupare un posto ben preciso nel Mondo; per contribuire nel migliore dei modi arricchendo me stessa e gli altri.
"Me e gli Altri" ci dovrò lavorare ancora.
Continuare a lavorare su se stessa, in fondo sono sulla buona strada, me, profondamente e stupendamente Me stessa.