Xxx x, sento che stai pensando a me come a una donna malata di cancro a cui si chiede con timore: "come stai?" Questo mi dispiace. Io mi vedo solo come una persona con enormi emozioni nuove e vecchie, con malinconie e allegrie, preoccupazioni e responsabilità, ma anche leggerezze d'animo e fragorose risate, che escono attraverso canali come la scrittura e l'affettività nei confronti delle persone dalle quali mi sento cullata... Questo solo per dirti che non devi preoccuparti per me, se scrivo roba tipo quella della bonza fiammiferaia non è grave, mi fa solo ridere scrivere dell'ineluttabilità del destino (in perfetto stile "ciclo dei vinti") al quale non credo per nulla. Se mi vedi triste o con l'occhio lucido, prendimi e stringimi e sbaciucchiami tutta. Ma anche se mi vedi ridere, ti prego, fallo lo stesso...
kralin