M’avvolge il cuore la neve,


nelle notti senza luna.
Parlami di te,
giovane soldato,
dei tuoi sorrisi,
della tua stella che brilla un nome
il suo,
che oltre il silenzio
giunga a me!
Spiegami quel dolore,
che mi appare come una preghiera,
di pace.
Spogliati del fucile,
ed io scongelerò
il cuore dell’uomo,
dall’indifferenza
e quel tuo
interminabile canto,
l’avvolgerò al chiaro di luna,
con lacci di stelle,
la tua preghiera ,
soldato.